L'Impresa Sociale

L'Associazione e l'Impresa Sociale...

…Due cuori, un unico scopo!

Da anni l’Associazione Sogni Onlus, in collaborazione con diverse e importanti realtà sanitarie e altre realtà locali, si occupa di realizzare i sogni di bambini, ragazzi e giovani adulti (fino ai 20 anni) affetti da patologie oncologiche, gravi e terminali, per permettere a loro e alle loro famiglie di uscire, anche per un solo giorno, da una quotidianità fatta di ospedali e terapie ed entrare in una dimensione spensierata che gli appartiene di diritto, perché quel “solo giorno” può essere la linfa per affrontarne tanti altri meno spensierati.

Accanto all’Associazione Sogni Onlus, che continua la sua attività, a ottobre 2020 nasce l’Impresa Sociale Sogni S.r.l. che persegue le stesse finalità dell’Associazione Sogni Onlus, che sostiene, ma rivolge la propria attenzione al supporto dei progetti da parte delle aziende. Per fare fronte all’adeguamento del terzo settore, l’Impresa Sociale Sogni S.r.l. può contare su una forma giuridica maggiormente strutturata, nel rispetto di tutti i requisiti stabiliti dal Decreto Legislativo 112/2017, che consentirà l’ampliamento e la maggiore divulgazione delle attività realizzate a sostegno dei bambini, ragazzi e giovani adulti (fino ai 20 anni) affetti da patologie oncologiche, gravi e terminali, permettendo anche alle attività sostenitrici di fruire di agevolazioni che con la sola associazione non sarebbe stato possibile mettere in pratica, come la detrazione totale in dichiarazione di bilancio, da parte dell’ente sostenitore, su eventuali SPONSORIZZAZIONI a favore di Sogni S.r.l.

L’attività dell’Impresa Sociale Sogni S.r.l. si affianca all’attività dell’Associazione Sogni Onlus, senza sostituirla. L’Impresa Sociale sostiene i progetti dell’Associazione mediante la devoluzione del proprio surplus a favore dell’Associazione stessa.

Sogni a 369° - Oltre le barriere, per non spegnere i loro occhi

L’attività dell’Impresa Sociale Sogni S.r.l. affianca quella dell’Associazione Sogni Onlus e realizza attività rivolte ai bambini, ragazzi e giovani adulti affetti da patologie oncologiche, gravi e terminali, di tutta Italia e si muove anche a livello internazionale in collaborazione con i maggiori reparti di oncoematologia Pediatrica d’Italia.

L’idea di “Sogni a 369°” nasce a seguito del particolare periodo storico segnato dalla pandemia, con l’obiettivo di continuare a far brillare gli occhi dei bambini, ragazzi e giovani adulti affetti da patologie oncologiche, gravi e terminali. Spesso diventa impossibile realizzare i loro sogni a causa delle loro condizioni di salute molto precarie; ecco allora che diventa fondamentale il ricorso alla tecnologia per dare vita ai sogni in realtà aumentata con una tecnologia a 360° che consente di “uscire” per qualche istante dalla stanza di un ospedale.

Sogni a 369° è stato volutamente coniato con il senso del voler andare oltre i 360°; oltre i limiti e le barriere!

Immaginate dei bambini o degli adolescenti che devono restare chiusi in una camera sterile per una malattia come la leucemia, chiusi per mesi, per evitare qualsiasi tipo di contagio in modo da salvaguardare il trapianto di midollo appena fatto e soprattutto per continuare ad avere una speranza di vita.

 

La possibilità che i loro occhi smettano di brillare è molto alta e di conseguenza il loro spirito.

 

Nei mesi di isolamento perdono la loro normalità di vita quotidiana: non possono giocare con gli amici, non possono andare a scuola, non possono parlare con i propri fratelli se non attraverso un citofono, non possono neanche vedere i propri genitori contemporaneamente perché, in questi casi, papà e mamma devono alternarsi nella stanza.

 

Sogni a 369° nasce dall’esigenza di rimanere vicini ai ragazzi e alle loro famiglie, coinvolgendoli in un progetto riabilitativo elaborato con personale qualificato, che possa portarli oltre la stanza dell’ospedale o di casa, facendoli diventare protagonisti delle loro storie e permettendogli di esprimere le loro passioni nell’età che hanno, non sentendosi solo degli ammalati.

 

Entrando in contatto con la realtà dell’Impresa Sociale Sogni S.r.l. si può capire come vengono realizzati i sogni attraverso un’apposita piattaforma web dove è possibile visualizzare un sogno dall’inizio alla fine, comprendendo pienamente tutto il lavoro e le energie che servono per la realizzazione di un sogno. Solo in questo modo, anche chi non vive direttamente il sogno, può emozionarsi caricandosi di positività e speranza.

Tutto questo viene svolto nel rispetto della privacy e con le autorizzazioni dei sognatori, delle loro famiglie, degli artisti e di tutti quanti ne prenderanno parte.

Descrizione dei contenuti

La tecnologia a 360° consente di offrire ai bambini, ragazzi e giovani adulti che stanno combattendo in un letto di ospedale, la possibilità di essere protagonisti di una partita di calcio come fossero lì presenti oppure di partecipare a un concerto o vivere mille altre avventure come un lancio con il paracadute o la discesa con un gommone lungo le rapide di un fiume, il tutto senza essere fisicamente presenti.

La piattaforma Sogni Channel è un canale dedicato ai valori che da sempre hanno contraddistinto l’Associazione Sogni Onlus e ora anche l’Impresa Sociale Sogni S.r.l..

Sogni Channel è un servizio di streaming accessibile tramite qualsiasi dispositivo connesso a Internet.

Il palinsesto di Sogni Channel è costituito da programmi sviluppati su una serie di format freschi, divertenti ed emozionanti in cui i nostri sognatori guerrieri sono protagonisti insieme ai loro coetanei più fortunati: realizzazione dei sogni, eventi live, contest, realizzazione di contenuti che spaziano dal mondo dei social e della musica allo show cooking fino al turismo e all’avventura, passando per laboratori di manualità e creatività, arte floreale, TG NEWS dei ragazzi, moda e tanto altro.

“Educativamente orientato”: Sogni Channel offre contenuti adatti a tutti mirando però, con sensibilità e attenzione, a un pubblico di bambini e adolescenti.

Sostegno attivo

Non siamo alla ricerca di semplici “sponsor” ma di sostenitori che possono contribuire, non solo con fondi, ma proponendo anche contenuti indirizzati ai giovani, ai giovanissimi e a chi li segue nel loro percorso di crescita, anche quando ostacolato dalle malattie.
Ed ecco che anche il mondo imprenditoriale e delle professioni potrà, dunque, essere di supporto e di riferimento per la creazione di contenuti “a misura di bambini e ragazzi”.

 

Ideato per poter continuare a realizzare i sogni dei “sognatori guerrieri” dei reparti oncologici pediatrici, Sogni Channel diventa un canale di riferimento che permette ai bambini e ai ragazzi di interagire con il mondo esterno, rendendoli diretti protagonisti grazie all’ausilio di tecnologia e multimedialità, abbracciando un pubblico esigente che sceglierà autonomamente cosa vedere con criticità e selettività, anche attraverso l’interattività, la sensorialità e la partecipazione diretta.

 

Gli eventi e le storie narrate, più tutti i contributi di bambini e ragazzi che, ancorché malati, manifestano tutte le passioni, le abilità e l’energia positiva e propositiva della loro età, saranno coinvolgenti anche per un pubblico più allargato, partendo dai familiari stessi dei ragazzi coinvolti.

Prospettive per il futuro

Molti sono i bambini e i ragazzi che hanno bisogno di continuare a sognare. Ogni sogno richiesto corrisponde a un bambino ammalato. L’obiettivo che l’Impresa Sociale Sogni S.r.l. si è prefissata è quello di sostenere l’Associazione Sogni Onlus nel realizzare più sogni possibili, anche attraverso l’utilizzo della tecnologia a 360°.


L’obiettivo è di far proseguire e crescere “Sogni a 369°” negli anni.

Impatto sociale

L’efficacia di “Sogni a 369°” risulta estremamente valida e concreta, con un impatto sociale senza eguali; “Sogni a 369°” permetterà di realizzare i sogni in condizioni di sicurezza, rispettando il protocollo di cure e dando ai sognatori guerrieri la possibilità di “uscire” dai confini fisici.


Tramite le dinamiche di “Sogni a 369°” sarà possibile eliminare “barriere” e distanze per tutti quei bambini e ragazzi più sfortunati che, per patologia terminale, sono comunque costretti a rimanere dentro i muri delle stanze che li ospitano.


Questa tecnologia si rivela estremamente utile anche per tutte le altre persone ammalate o con gravi disabilità motorie e fisiche che non hanno la possibilità di vivere tramite il corpo la libertà dei movimenti.

Scopri come sostenerci